Skip to content
Ilkka Saarimaa, Fastems Product Manager
Written by Ilkka Saarimaa, Fastems Product Manager

I sei valori aggiunti dell’automazione flessibile di Fastems

Può incrementare la produzione in non presidiato e le performance di macchine utensili fino al 65% – non c’è quindi da stupirsi che sia un’opzione così diffusa. Detto questo, prima di investire nell’automazione, è consigliabile valutare sia le esigenze di oggi che quello che potrà essere domani. Ecco perché in questo post vi spiegheremo i sei punti chiave dell’automazione flessibile di Fastems. Continuate a leggere per scoprire cosa siamo in grado di fare in più rispetto al pallet pool.

 

1. Estendibilità per più macchine

Raramente la gamma di pezzi rimane invariata negli anni. Al giorno d’oggi, i clienti vogliono prodotti più personalizzati a un ritmo più veloce, di conseguenza la produzione deve adattarsi rapidamente. Un pallet pool necessita sempre di: nuovo sistema + nuova macchina utensile. Al contrario, l’automazione flessibile può far funzionare più macchine utensili e può essere estesa in un secondo momento per soddisfare le esigenze future. Inoltre, nell’automazione flessibile tutte le macchine e i pallet sono gestiti da un unico controllore software. Ciò significa che un solo operatore è in grado di far funzionare molte macchine utensili, il che a sua volta genera risparmi sia in termini di implementazioni che di costi operativi.

 

Fastems FPC

Un esempio di automazione flessibile di Fastems di Kytola Instruments. Qui, un FPC automatizza due macchine esistenti con due stazioni di carico e scarico integrate.

 

2.L’ordine di produzione dei pallet si adatta ai cambiamenti

Quando si carica un pallet pool, si stabilisce rigorosamente l’ordine di produzione: pallet 1, pallet 2, pallet 3 e così via. Invece nell’automazione flessibile la schedulazione dei pallet è variabile. Il controllo dell’automazione flessibile, Manufacturing Management Software (MMS), dà sempre la priorità all’ordine di lavorazione dei pallet in base agli ordini dei clienti aggiornati in tempo reale. In questo modo si garantisce che ogni cliente riceva i propri ordini in modo affidabile e puntuale, anche se l’ordine è stato effettuato all’ultimo minuto. Ciò porta ad una ottimizzazione della macchina e ad una certezza di ottonere i pezzi finiti nel momento corretto.

 

Manufacturing Management Software - Work Cell Operations

Fastems MMS dà sempre priorità all’ordine di lavorazione dei pallet in base agli ordini dei clienti aggiornati in tempo reale.

 

3. Programmazione preventiva della produzione

MMS dispone di una panoramica in tempo reale dell’intera produzione che include gli ordini e le date di scadenza, così come le macchine utensili e il loro utilizzo. Anche le diverse risorse, come gli utensili, le materie prime, le attrezzature e i programmi NC sono presi in considerazione. MMS sa cosa deve essere fatto e quando, e quali macchine e risorse saranno necessarie. Il controllo invia preventivamente gli avvisi di risorse “in esaurimento”, in modo che gli operatori abbiano il tempo di prepararle prima che la macchina si fermi. Tuttavia, se dovesse verificarsi un problema di risorse che non può essere risolto, MMS riprogrammerà il piano di produzione in modo che i secondi ordini più importanti vengano eseguiti subito dopo. Questa è una notevole differenza rispetto ai pallet pool standard, e permette agli operatori di eliminare gli ostacoli, così come gli arresti di breve e lunga durata della produzione.

 

MMS manages part, NC program, tool, pallet, fixture, raw material and order data.

MMS dispone di una panoramica in tempo reale dell’intera produzione.

 

4. Maggiore capacità dei pallet con ingombro ridotto

In un pallet pool, il numero di pallet utilizzati per ogni macchina è limitato. Usufruendo di un magazzino pallet da uno fino a cinque livelli è possibile disporre di un’automazione flessibile per lo stoccaggio dei pallet di lavorazione e dei pallet materiale in uno spazio molto compatto. L’aumento del numero di macchine (e di pallet pool) di cui si ha bisogno, corrisponde una riduzione dell’ingombro garantita nel caso in cui si usi l’automazione flessibile.

 

5. Affidibilità massimizzazione della produzione garantita in non presidiataimento

È un dato di fatto che i pallet pool realizzano tempi di produzione più lunghi. Un solo pallet pool può far funzionare una sola macchina utensile e presenta una capacità di stoccaggio dei pallet inferiore rispetto all’automazione flessibile. In quest’ottica l’automazione flessibile non solo moltiplica i tempi di produzione in non presidiato, ma impedisce anche che si verifichino spiacevoli sorprese di notte e nei fine settimana. Questo perché MMS stabilisce in anticipo le risorse che devono essere preparate prima della fine del turno di lavoro con operatore. Se qualcosa va storto, l’automazione flessibile permette di eseguire il lavoro più critico in qualsiasi situazione.

 

6. Monitoraggio della produzione in tempo reale

Con i pallet pool si ottengono informazioni sull’utilizzo di una sola macchina utensile. Con l’automazione flessibile in aggiunta si hanno informazioni sugli stati in tempo reale e sui report relativi agli indicatori chiave di prestazione (KPI) dell’intera produzione. In questo modo è possibile valutare facilmente il grado di sfruttamento della capacità del vostro sistema e rilevare le possibili risorse in esaurimento. Inoltre, grazie alla possibilità di analizzare i vostri indicatori di prestazione, potrete migliorare continuamente la produzione.

 

Una soluzione adatta anche per i più elementari requisiti di produttività

Tutti i fattori sopra elencati rendono l’automazione flessibile un’opzione migliore del pallet pool, anche per i più elementari requisiti di produttività. Dopotutto è molto importante poter essere preparati a quello che potrà cambiare domani. Non siete ancora del tutto convinti? Di seguito potete leggere alcuni resoconti di aziende da tutto il mondo che hanno optato per l’automazione flessibile rispetto ad altre soluzioni di automazione standard.

 

“Il software non si limita a processare in sequenza i pallet 1, 2, 3, 4, 5, ecc. Dispone di un’intelligenza, controlla tutto ciò che deve essere prodotto e le tempistiche dei lavori da svolgere.”

– Le parole del Presidente di Mach Machine sull’utilizzo di FMS ONE

 

“In passato per rendere produttive queste macchine avevamo bisogno di lotti di produzione più grandi. Ora possiamo produrre anche lotti molto piccoli in modo molto economico.”

– Le parole del CEO, Kytola Instruments, sull’utilizzo del Flexible Pallet Container (FPC)

 

“Comunichiamo la data di consegna e la quantità richiesta. Poi MMS può giocare in modo strategico, ovvero analizzare il lavoro programmato ed elaborare un piano che soddisfi le date di consegna, sfrutti le risorse disponibili e massimizzi i tempi di funzionamento dei mandrini”.

– Le parole del COO, Hirsh Precision Machining, sull’utilizzo di FMS ONE

Related posts: